Sulle due ruote tra dolci corsi d’acqua e sapori inimitabili.

Il colognese è luogo ideale per il turista attento e consapevole, che ama la mobilità dolce, a piedi o sulle due ruote: modalità perfetta per sintonizzarsi con la rigogliosa natura circostante, procedendo secondo i ritmi lenti dei corsi d’acqua, gustando appieno tutti gli scorci che il paesaggio offre e toccando con mano il suo patrimonio di saperi e sapori.

E’ proprio l’acqua l’elemento centrale e il comune denominatore del viaggio lungo i 40 km di lungargini, strade secondarie e carrareccie che compongono il percorso cicloturistico attraverso i sette comuni del colognese.

Risorsa cruciale per lo sviluppo e l’affermazione di quest’area, l’acqua ha rappresentato storicamente la primaria via di comunicazione per il transito di merci e persone ed ha plasmato in modo determinante il volto e le fortune di un territorio particolarmente vocato a produzioni agricole e vitivinicole d’eccellenza.

L’itinerario si snoda per la maggior parte lungo gli argini dei corsi d’acqua presenti sul territorio – il Fratta, l’Alpone e il Guà – gli stessi che i nobili veneziani risalivano per raggiungere le loro ville immerse nel campagna.
L’intero tragitto, a portata di tutti e particolarmente indicato anche per le famiglie con bambini al seguito, è ben segnalato da apposita cartellonistica.

Passeggiando sulle due ruote si possono quindi incontrare e degustare prodotti della tavola rinomati in tutto il mondo come il raffinato mandorlato di Cologna Veneta o i pregiati vini della doc Arcole, ma anche scoprire primizie di stagione quali la Patata dorata del Guà, il Radicchio di Verona Igp, la Verza Moretta di Veronella, l’Asparago di Arcole, il Salame e la Soppressa di Verona.

Scarica la mappa
Scarica la brochure
percorso