Situato in aperta campagna sulle sponde del fiume Guà. Il suo nome, legato all’antica presenza di boschi di querce (chiamati roburetu) lungo il fiume, richiama il paesaggio della bassa pianura veronese dell’Alto Medioevo. Sicuramente frequentata già in epoca preistorica, la zona presenta ampie tracce della presenza dei romani che colonizzarono l’area dopo la battaglia di Azio.

1_oratorio_salute

Oratorio della Madonna della Salute

La costruzione risale al 1400 quando in prossimità dell’Oratorio sorgeva un ospizio per la cura dei malati di peste. Ancora oggi questa chiesa campestre Ë meta abituale dei fedeli per rogazioni e propiziazioni per il buon esito dei raccolti.

2_villa_ferro

Villa Ferro

Maestosa dimora sull’argine sinistro del Guà, caratterizzata da una parte centrale abbellita con quattro finte colonne. Nel cortile c’è una chiesetta dedicata a S. Gaetano costruita nel 1708.

3_villa_camerini_faccio

Villa Camerini Faccio

Nobile residenza del primo Settecento collocata nella campagna a ridosso del fiume Guà, testimonia la presenza della Serenissima Repubblica nel territorio.

4_villa_salvadego

Villa Salvadego-Mottola

Situata al centro del paese, è una delle più antiche abitazioni di Roveredo di Guà. Il primo impianto risale al 1400 ma la villa si caratterizza per i continui inserimenti architettonici avvenuti nei secoli.